Il museo. Una storia mondiale. Vol. 2: L' affermazione europea, 1789-1850 di Pomian Krzysztof - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio
1.333.382,42€  incassati dalle librerie indipendenti
1.333.382,42€  incassati dalle librerie indipendenti
Cerca un libro o una libreria

Il museo. Una storia mondiale. Vol. 2: L' affermazione europea, 1789-1850

  • Autore: Pomian Krzysztof
  • Editore: Einaudi
  • Isbn: 9788806250218
  • Categoria: Geografia e storia
  • Traduttore: Bianco L.
  • Numero pagine: 408
  • Data di Uscita: 30/08/2022
  • Collana: Grandi opere
85,00 €
Facile da trovare

Tab Article

In questo secondo volume del suo grande progetto storico-culturale, Krzysztof Pomian ricostruisce l'affermazione del museo nei paesi dell'Europa occidentale dal 1789 al 1850. Si tratta di un periodo breve ma estremamente denso e cruciale per la storia dei musei, che abbraccia la Rivoluzione francese, l'Impero napoleonico e un gran numero di istituzioni museali, dalla Spagna alla Danimarca passando per la Gran Bretagna, la Francia e la Germania. Con la Rivoluzione francese, l'accesso ai capolavori artistici fu elevato al rango dei diritti dell'uomo, e il museo, deputato a garantirne l'esercizio, divenne l'attributo fondante di una nazione. Il rivoluzionario e imperiale Louvre ne è il prototipo. In Europa, l'impatto del 1789 si protrasse fino alla metà del XIX secolo. Il saccheggio praticato dagli eserciti rivoluzionari e imperiali a beneficio della Francia rese gli individui consapevoli del carattere emblematico dei beni artistico-culturali per i popoli, e i musei contribuirono a legittimare il potere del sovrano conferendogli un carattere nazionale. Il Prado, la National Gallery, il British Museum, i musei borghesi di Francoforte e Lipsia così come l'Altes Museum di Berlino, la Gliptoteca e la Pinacoteca di Monaco, il Walhalla vicino a Ratisbona, nonché le innovazioni intervenute nei musei danesi, sono tutti il prodotto di questa dinamica. Con la rivoluzione industriale, che trovò la sua più compiuta espressione nell'Esposizione universale di Londra del 1851, si chiude un'epoca che trasformò per sempre l'istituzione museale, trasformandola in una realtà democratica e nazionale.

I librai consigliano anche